Franco Pomilio

Alla Pomilio Blumm la gara da 13,5 milioni in Europa

L'azienda pescarese si internazionalizza sempre di più e si occuperà della comunicazione sulle tematiche della sicurezza sul lavoro

PESCARA. L'agenzia abruzzese di marketing e comunicazione Pomilio Blumm si aggiudica il super-budget di 13,5 milioni dell'Unione Europea per la comunicazione sulle tematiche della sicurezza sul lavoro. L'incarico sarà svolto dalla srl attraverso il proprio network in 45 Paesi, mettendo in campo la rete internazionale di professionisti dell'agenzia la cui sede madre è a Pescara. Pomilio Blumm ha ora l'opportunità di comunicare la sicurezza sul lavoro sia in Italia, grazie all'incarico di 2 milioni di euro avuto mesi fa da Inail, sia in Europa. "Di fatto con questo e con i nuovi incarichi ricevuti dalle Nazioni Unite si creano i presupposti dimensionali per lo sviluppo dell'azienda come player di livello globale nel settore della comunicazione istituzionale", spiega il presidente Franco Pomilio: "Questo incarico, davvero a 360 gradi, impatterà in maniera significativa sulle nuove professionalità di taglio internazionale che acquisiremo nelle prossime settimane, accrescendo lo staff sia nella sede di Pescara, che resta il nostro storico quartier generale, che negli altri nove Paesi dove abbiamo uffici". Il numero uno dell'Agenzia poi rileva come la cultura internazionale che ha contraddistinto la storia imprenditoriale della famiglia Pomilio, che fabbricava aerei negli USA fin dai primi decenni del '900, "trovi giusta comparazione nello sviluppo attuale della Pomilio Blumm, che fabbrica di idee ed è attiva attraverso la Blumm Academy in una costante attività di formazione e selezione delle migliori menti".