TODAY

10 dicembre

Oggi, ma nel 2006, a Milano, al teatro alla Scala il tenore Roberto Alagna lasciava improvvisamente il palcoscenico durante il primo atto della rappresentazione dell'Aida di Giuseppe Verdi perché fischiato per la sua interpretazione di Radames dal pubblico del loggione (nella foto l'articolo del quotidiano "La Repubblica" del giorno dopo). Senza che la musica dell'orchestra diretta dal maestro Riccardo Chailly s'interrompesse Alagna veniva sostituito da Antonello Palombi senza costume di scena. Palombi, classe 1968 di Spoleto, terminerà l'esibizione in jeans e camicia neri e meriterà 9 minuti di applausi finali. Il sovrintendente Stephane Lissner sarà costretto a giustificare ufficialmente l'inusuale accaduto. L'aria di Alagna era stata boicottata da una parte degli spettatori in disaccordo con le critiche mosse dal tenore d'origine francese sui giornali circa l'incompetenza lirica del pubblico. Quella del 10 dicembre doveva essere la replica più tranquilla rispetto alla prima del giorno di Sant'Ambrogio, il 7 dicembre, notoriamente più attesa dai melomani meneghini.