musica

Sulmona, è Machella la vincitrice del Premio Daolio

Successo della cantante marchigiana che ha partecipato con il brano "Invisibile". Al secondo posto il rapper abruzzese Evol. Concerto finale dei mitici "5 dell'88" che in un teatro strapieno propongono le cover di Tony Del Monaco

SULMONA. Alessandra Machella di Macerata è la vincitrice della XIII edizione del Premio Nazionale “Un giorno insieme – Augusto Daolio – Città di Sulmona” per cantautori emergenti. La cantautrice marchigiana si è imposta ieri sera, lunedì 28 dicembre, al teatro comunale di Sulmona, gremito in ogni ordine di posto, con il brano “Invisibile”. Sarà dunque la giovane artista a esibirsi il prossimo 21 febbraio al “Nomadincontro – Tributo ad Augusto Daolio”, appuntamento in programma a Novellara (Reggio Emilia) organizzato da Beppe Carletti e dai Nomadi. Alessandra Machella si è aggiudicata anche il premio per la miglior voce.

Al secondo posto si è classificato il giovane rapper Evol di Pratola Peligna (L’Aquila), che si è esibito insieme al pianista e compositore Alessio Nelli. Terzo posto per le Kimagure, duo tutto al femminile di Chiesina Uzzanese (Pistoia), composto da Mariagrazia Cucchi e Veronica Niccolai, cui è andato anche il premio per la miglior musica. Il Premio della Critica è andato a Marcondiro di Roma, mentre il Premio per il miglior testo è stato assegnato a Il Sogno della Crisalide (Roma), progetto di Vladimiro Modolo.

A valutare i cantautori è stata una giuria presieduta dal compositore e autore televisivo Andrea Lo Vecchio (autore di successi della musica italiana come “Luci a San Siro”, “Rumore” ed “E poi”, e reduce dal successo da autore con “Tale e quale show” su Rai1 con Carlo Conti), dal giornalista Fernando Fratarcangeli (direttore di RaroPiù), Alessandro Sgritta (critico musicale di Musicalnews.com), Massimo Giuliano (giornalista critico musicale) e Paolo Tocco (promoter musicale).

La serata, organizzata dalle associazioni Nomadi Fans club “Un giorno insieme di Sulmona” e Premio Nazionale Augusto Daolio, ha poi previsto un omaggio in onore del cantautore Tony Del Monaco (Sulmona 27 dicembre 1935 – Ancona 27 maggio 1993), protagonista della storia della musica leggera italiana tra gli anni ’50 e ’70 (quattro volte al Festival di Sanremo e più volte ai primi posti delle classifiche con successi come “L’ultima occasione”, “La voce del silenzio” e “Una spina e una rosa”). Nel corso della serata, condotta dai giornalisti Daniela Miniucchi (Rai) e Fernando Fratarcangeli, è stata ripercorsa, grazie a filmati rari e inediti, la carriera del cantautore di Sulmona, di cui proprio quest’anno ricorrono gli 80 anni dalla nascita e i 50 anni dalla pubblicazione dei 45 giri “L’ultima occasione” e “Vita mia”. Artista cui è dedicato il libro “Tony Del Monaco – Un’artista in punta di piedi” scritto da Giancarlo Colaprete e Fernando Fratarcangeli. Commosso anche il ricordo della sorella dell’artista Franca Del Monaco che ha fine manifestazione ha ringraziato tutta l’organizzazione per l’omaggio fatto a Tony Del Monaco. Omaggio sottolineato anche dai lunghi applausi arrivati spontaneamente dal numeroso pubblico presente in teatro. Il vice presidente della Fondazione Cassa di Risparmio, Domenico Taglieri ha dichiarato che personaggi come Tony Del Monaco “che hanno dato lustro alla città di Sulmona e alla Regione Abruzzo meritano di entrare di essere ricordati con altre iniziative. Una mia idea è quella di realizzare un vero e proprio Pantheon nel ristrutturato Cinema Balilla, dove troveranno collocazione tutti coloro che hanno fatto la grande storia della città di Ovidio”.

Il gran finale è stato dedicato ad un altro pezzo importante della musica beat, ovvero al gruppo de I 5 dell’88 che hanno festeggiato proprio a Sulmona i 50 anni di carriera. Tanti i successi e gli inediti eseguiti sul palco da Nino De Chellis (chitarra), Angelo Molinaro (voce), Beppe Cruciani (batteria e voce), Maurizio Ricciotti (tastiera e voce) e Luigi Di Loreto (basso e voce), che nel finale hanno omaggiato Tony Del Monaco con le cover de “L’ultima occasione” e “La voce del silenzio”. La band è stata poi premiata da Andrea Lo Vecchio e dal patron della manifestazione Vincenzo Bisestile. Qui di seguito il video della canzone vincente "Invisibile" di Machella.

[[(com.atex.plugins.video.Video) invisibile]]