Blitz dei Nas nei ristoranti giapponesi: due locali chiusi in Abruzzo

I militari nei locali che preparano pesce nel  teramano, nell'area metropolitana di Pescara e nel chietino: sequestri di pesce e multe per 15mila euro

PESCARA. I Nas nei Sushi wok restaurant che preparano pesce crudo. Sette attività ispezionate, dal teramano all'area metropolitana di Pescara sino al chietino, 2 quintali e mezzo di alimenti sequestrati e distrutti: riso, pesce crudo e altre preparazioni gastronomiche tipiche della cucina giapponese. In 2 casi è scattata la sospensione dell'attività di preparazione e somministrazione di pesce da consumarsi crudo, da parte delle ASL di Teramo e Chieti.

Pesanti le sanzioni amministrative per 3 esercizi a seguito delle carenze igienico sanitarie, inadeguatezza in tema di autocontrollo, rintracciabilità ed etichettatura degli alimenti, per un totale di 15.000 euro. Questo il bilancio dei controlli condotti negli ultimi tre giorni nel settore della ristorazione etnica dal Nas abruzzese, volti soprattutto a censurare le pratiche inidonee di preparazioni a base di pesce da consumarsi crudo come sushi e sashimi, per scongiurare rischi ai consumatori.

[[(Video) Sette regole per evitare guai con il pesce crudo]]