Teramo, accordo Antonetti-Laganà

Venerdì la società passerà sotto il controllo dell'imprenditore romano

 TERAMO. Tanto tuonò che piovve. In linea con il clima atmosferico di questi giorni si può accostare questo antico detto anche alla situazione societaria della Teramo basket. E sì, perché proprio nella giornata di ieri una nota della società biancorossa ha comunicato l'avvenuto accordo, per la cessione della società, tra il presidente Carlo Antonetti e l'imprenditore Alessandro Laganà. Anche se, per ufficializzare il tutto servirà ancora il passaggio dallo studio notarile, che avverrà non prima di venerdì.  Quindi, in barba alle voci che sono circolate negli ultimi giorni sulle cifre debitorie della società di via De Albentiis, l'affare si farà e la crisi societaria si risolverà. Con buona pace di tutti, in primis i tifosi che attendevano questa notizia, da formalizzare, da diverso tempo e con grande trepidazione.  Teramo, dunque, avrà ancora la serie A di basket e con una nuova società. Potrebbe essere di nuovo un venerdì, dunque, a decidere le sorti della Banca Tercas Teramo. Venerdì scorso la riunione fiume nella sede centrale di Banca Tercas con il pagamento della wild card e l'iscrizione alla Lega Basket; venerdì prossimo, invece, la società cambierà proprietà.  Nuovo presidente sarà l'immobiliarista romano Alessandro Laganà proprietario dell'hotel Sporting. A fianco, in società, uomini di fiducia, ma anche lo stesso Carlo Antonetti. Da stabilire, per quest'ultimo, se ricoprirà la carica di presidente onorario o consulente o entrambe le cose.  Lino Pellecchia, come ha annunciato egli stesso, uscirà di scena mentre Antonio Biancacci potrebbe ricoprire un ruolo importante ma a livello giovanile. La nuova società, infatti, punterà molto sul settore giovanile che tanti buoni risultati ha ottenuto nel corso degli anni, sfornendo molti atleti da portare in prima squadra. Uno su tutti, Achille Polonara che, proprio in questi giorni, è in ritiro ad Alba Adriatica per uno stage con la nazionale Under 20 di coach Stefano Sacripanti.  Subito dopo la giornata di venerdì e dopo aver chiarito le cariche societarie si passerà alla composizione dello staff tecnico e del roster. Alessandro Ramagli, forte dell'ottimo lavoro del campionato appena concluso, gode di privilegio rispetto agli altri anche perché ha fatto un'ottima impressione ai tifosi, visto che, oltre a rivitalizzare una squadra spenta, è riuscito ad imprimere un gioco al quintetto biancorosso. E non è poco.  Per quel che riguarda il roster si ripartirà certamente dal giovane Polonara e dal capitano-bandiera Gianluca Lulli. Tutto il resto, poi, dipenderà dalle intenzioni del nuovo proprietariotron Alessandro Laganà che, come già circolato nei giorni scorsi, ha tutta l'intenzione di costruire una squadra che possa ben figurare nella massima serie. I tifosi lo sperano.  Prosegue, intanto, l'8ª edizione del Teramo Basket Camp in corso di svolgimento a Pescasseroli fino al prossimo 18 giugno. 90 i ragazzi accompagnati dagli istruttori e dal responsabile del minibasket Marco D'Ascenzo. «Siamo molto orgogliosi», le parole di D'Ascenzo, «visto l'alto numero di iscrizioni. Ringraziamo i genitori e siamo sicuri che i bambini si divertiranno. Basket, ma non solo in questa avventura che si ripete da diversi anni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA