sul mona, percorso e CONVEGNO  

“Il vento del Sud”: in marcia sul sentiero che portò alla libertà

SULMONA. La Resistenza Umanitaria torna protagonista a Sulmona domani con una giornata in memoria dello storico Mario Setta, promossa da Il Sentiero della Libertà, l’associazione che Setta aveva...

SULMONA. La Resistenza Umanitaria torna protagonista a Sulmona domani con una giornata in memoria dello storico Mario Setta, promossa da Il Sentiero della Libertà, l’associazione che Setta aveva contribuito a fondare più di vent’anni fa, e dall’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea.
La giornata si articolerà in due momenti. Alle 10 del mattino ci si ritroverà a Campo 78, dove verrà sistemato il primo dei cartelli storici che segneranno l’inizio del Cammino del Sentiero della Libertà, che va da Sulmona fino a Casoli. Si procederà, quindi, in marcia verso Borgo Pacentrano, percorrendo il primo tratto della strada che fecero tanti prigionieri dopo l’8 settembre 1943 per raggiungere la libertà. A Borgo Pacentrano, cuore della Resistenza Umanitaria sulmonese, sarà inaugurato il secondo cartello del Cammino.
Nel pomeriggio, a partire dalle 15.30, presso l’auditorium dell’archivio di Stato si svolgerà un convegno storico dal titolo “Il vento del Sud”, per approfondire i diversi aspetti della Resistenza umanitaria nel Mezzogiorno d’Italia. Interverranno Enzo Fimiani, Nicola Cacciatore, Costantino Felice, Mario Salzano. Coordina la giornalista Maria Rosaria La Morgia, presidente dell’associazione Sentiero della libertà.