Da Tognazzi a Vanzina, “Roseto Opera Prima” inizia il conto alla rovescia

ROSETO. Ricky Tognazzi, Enrico Vanzina, Donatella Di Pietrantonio e Remo Rapino gli ospiti di punta di Aspettando Roseto Opera Prima, la manifestazione antefatto al festival cinematografico inventato...

ROSETO. Ricky Tognazzi, Enrico Vanzina, Donatella Di Pietrantonio e Remo Rapino gli ospiti di punta di Aspettando Roseto Opera Prima, la manifestazione antefatto al festival cinematografico inventato nel 1996 a Roseto degli Abruzzi dal grande regista montoriese Tonino Valerii e dedicato ai migliori esordi alla regia. Il 26° Rop si svolgerà nell’arena della Villa comunale dal 15 al 19 luglio, con la novità della direzione artistica affidata dal Comune all’autore e regista teatrale e conduttore televisivo Pino Strabioli. Intanto, con Aspettando, il Comune e Fuori Luogo propongono dal 5 luglio dieci giorni di prefestival tra letteratura, musica, cibo, intrattenimento. Oltre agli ospiti, presenza fissa sarà ogni sera il trio jazz Una Band Fuori Luogo; spazio anche alle selezioni musicali dedicate a grandi autori di musica da film; infine djset per i più giovani a chiusura di serata. Non mancherà inoltre la proposta culinaria di qualità, affidata allo chef Francesco Auricchiella. Il sindaco Mario Nugnes inaugurerà martedì la manifestazione, primo ospite il percussionista Luigi Morleo, protagonista col coreografo Marco Lattuchelli della performance “Carassio Nero”. A seguire, ancora musica col cantautore pennese Setak (Nicola Pomponi), intervistato dal giornalista Flavio Massimo. Mercoledì 6 arriva Ricky Tognazzi, figlio d'arte dell’indimenticabile Ugo Tognazzi, del quale quest’anno cade il centenario della nascita: in compagnia della giornalista Francesca Martinelli, Tognazzi junior attraverso il libro “Ugo. La vita, gli amori e gli scherzi di un papà di salvataggio” (Rai Libri), scritto cii fratelli Gianmarco e Thomas, racconterà la figura paterna, geniale attore simbolo della commedia all’italiana. Tra i protagonisti di Aspettando Roseto Opera Prima persone e storie significative: il calciatore e scrittore Arturo Mariani, fondatore della squadra Roma Calcio Amputati e autore di “Col piede giusto”; lo scrittore e attore Claudio Pallottini, che parlerà con la giornalsita Alda D’Eusanio del libro “Fair Play” (Marsilio); Patricia Gagliardi e la sua raccolta poetica “Echi dall’Anima”, con l’attrice Alessia Fabiani. Donatella Di Pietrantonio e l'ultimo romanzo “Borgo Sud” (Einaudi), sèguito del bestseller Campiello 2017 “L’Arminuta”, saranno a Roseto sabato 9 luglio. Tre sere dopo, martedì 12, ecco l’altro Campiello abruzzese, Remo Rapino, vincitore a Venezia nel 2020 con “Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio”, che alla Villa parlerà dell’ultimo romanzo “Cronache dalle terre di Scarciafratta” (sempre minimum fax). In scaletta le conversazioni con Luca Bianchini per il giallo “Le mogli hanno sempre ragione” (Mondadori), ambientato a Polignano a Mare come altri suoi libri alla base di commedie cinematografiche di successo (Io che amo solo te, La cena di Natale), e col creativo Riccardo Pirrone, ceo di KiRweb e soprattutto social media manager di Taffo Funeral Services, autore di campagne d’effetto tra marketing attualità e umorismo nero raccontate nel libro “Taffo. Ironia della morte” (Baldini&Castoldi). Enrico Vanzina, scrittore, sceneggiatore, regista, autore col fratello Carlo di tanti film commedia, sarà a Roseto il 14 col suo “Diario diurno” (Harper&Collins). La sera dopo, la prima data del Rop prevede un preludio letterario alla proiezione, con Candida Di Bonaventura che incontra Daniel Lumera per parlare del libro “Ecologia Interiore”, scritto con Immaculata De Vivo (Mondadori) e del movimento Italia Gentile. ©RIPRODUZIONE RISERVATA