Esce “Sensibile all’estate”: nuovo singolo di Jovanotti 

Nel giorno del solstizio d’estate ecco un’altra puntata del “Disco del sole” che farà ballare al Jova Beach Party atteso a Vasto: «È pop come piace a me»

Nel giorno del solstizio Lorenzo Jovanotti pubblica il nuovo singolo “Sensibile all'estate”, disponibile su tutte le piattaforme digitali per Capitol Records Italy. Una nuova puntata del “Disco del sole” con cui l’artista si prepara al debutto sold out con il Jova Beach Party, sabato 2 luglio a Lignano Sabbiadoro, mega happening atteso a Vasto il 19 e 20 agosto.
«Sensibile all’estate», spiega Jova, «è pop come piace a me. È nata, come succede spesso alle mie canzoni, da un testo che ha preso forma direi addirittura nel corso degli anni. Prima di trovare la sua musica e il mood giusto ha passato una trentina di arrangiamenti e di idee di produzione. Ormai è una specie di tradizione», racconta ancora l’artista, «capita spesso che certe canzoni cerchino se stesse per una vita, e quando poi raggiungono la meta ecco che arrivano anche ai cuori. Speriamo sia così anche questa volta, perché amo avere una mia canzone che gira d’estate e soprattutto perché amo questo pezzo».
«Avevo appuntato il titolo pensando che un giorno ci sarebbe nata intorno una canzone da jukebox», spiega ancora Lorenzo Cherubini. «E, sebbene i jukebox non ci siano più da un bel pezzo, le canzoni ispirate trovano sempre un modo per spandersi nell’aria estiva. Poi è stata la vita a darmi il resto delle parole, la vita che mi ha messo addosso questo desiderio di veder rifiorire il mondo intorno a me. Se ci fate caso la “prima persona” che canta i versi di “Sensibile all’estate” lo fa come se avesse il potere di far accadere le cose, e questa sensazione ce l’hai solo quando è l'amore a suscitarla. L’amore è la potenza creativa e magica più forte che c’è e riesce davvero a far sorgere il sole, a guidare gli oroscopi e a ipnotizzare i programmatori delle radio».
Poi l’autore si addentra nei meandri della struttura del brano: «Ne avevo completata una versione che mi soddisfaceva, ma aveva un arrangiamento molto minimale e ricercato e ogni volta che la ascoltavo sentivo che sebbene mi piacesse non era ancora accogliente come meritava di essere, così passando da New York qualche settimana fa ho cercato Sixpm che era in città. Gli ho chiesto di lavorarci insieme per dare al pezzo un trattamento che lo rendesse più diretto e pop evidenziando groove, testo e linea melodica. Lui è molto bravo, ha un approccio produttivo che mi piace molto. Buona estate a tutti i sensibili!».