arrestato dalla squadra volante 

Tenta di rubare una bici elettrica: minaccia i proprietari col martello

PESCARA. Ancora un tentativo di furto scoperto dai cittadini e le minacce di un criminale che semina il panico in strada. Dopo la tentata rapina di uno scooter sulla riviera nei giorni scorsi, con...

PESCARA. Ancora un tentativo di furto scoperto dai cittadini e le minacce di un criminale che semina il panico in strada. Dopo la tentata rapina di uno scooter sulla riviera nei giorni scorsi, con tanto di passamontagna e pistola puntata alla vittima e ai residenti affacciati ai balconi, questa volta l’oggetto del desiderio di un malvivente era una bici.
Ieri un 27enne ha tentato di rubare una costosa bici elettrica da una rastrelliera nel giardino di un condominio in via Falcone e Borsellino, nella zona del tribunale, ma una volta scoperto dalla proprietaria va in escandescenze e la minaccia brandendo un martello con cui stava cercando di rompere il lucchetto con cui la due ruote era legata.
Per il giovane ladro, pregiudicato e senza fissa dimora, non c’è stato scampo: è stato arrestato in flagranza di reato dagli uomini della Squadra Volante coordinati dal commissario Pierpaolo Varrasso.
La donna proprietaria della bici, poco dopo le 14, ha notato il giovane che, con un grosso martello, tentava di rompere il lucchetto che bloccava la bicicletta. Il 27enne, una volta scoperto, prima di allontanarsi, ha minacciato la donna brandendole contro il martello.
La donna, terrorizzata, ha avvertito il marito che, sceso in strada, ha seguito il giovane e contattato la sala operativa della questura, rimanendo costantemente al telefono con l’operatore a cui ha indicato la direzione della fuga del ladro. Il giovane si è accorto di essere seguito e, dopo aver minacciato il suo inseguitore, gli ha scagliato contro delle pietre raccolte in strada, fortunatamente senza riuscire a colpirlo.
Le pattuglie, giunte immediatamente sul posto, hanno intercettato e fermato il giovane, e dopo la perquisizione hanno rinvenuto, all’interno del suo zainetto, il martello con cui aveva minacciato la coppia ed altri arnesi di scasso utilizzabili per tagliare lucchetti e serrature e compiere potenziali furti.
Il 27enne è stato arrestato per tentata rapina impropria e recluso nel carcere di San Donato in attesa dell’udienza di convalida.
Prosegue l’attività di controllo del territorio da parte degli uomini della Volante, all’ennesimo arresto effettuato in città negli ultimi mesi.(o.d.a.)