L’Iniziativa 

Legambiente ed Enel aiutano l’allevatore del Teramano

TERAMO. Al via il terzo progetto abruzzese di Alleva la Speranza, il crowdfunding di Legambiente ed Enel per aiutare aziende del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e 2017 a “coltivare”...

TERAMO. Al via il terzo progetto abruzzese di Alleva la Speranza, il crowdfunding di Legambiente ed Enel per aiutare aziende del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e 2017 a “coltivare” nuove iniziative di crescita e ricostruire il futuro».
«L’obiettivo è di sostenere in due anni venti progetti di allevatori e allevatrici e dopo il successo della prime due raccolte fondi, che hanno già permesso di raccogliere 31.410 euro, la nuova impresa da supportare è quella di Massimo Pierascenzi, allevatore di 44 anni, con la sua azienda a Valle Castellana in provincia di Teramo, dentro al Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. «Con il contributo di Alleva la speranza voglio ripristinare il fienile», dice Pierascenzi, «un piccolo passo per avviare di nuovo l’allevamento delle mucche che prima del terremoto e della neve di gennaio 2018 era il centro della mia attività e che sono stato costretto ad abbandonare in quanto non ero più in grado di dare loro cibo e un riparo sicuro. Oggi mi occupo di attività di manutenzione e pulizia dei terreni coltivati, produco patate, farro, coltivo prati ad erbario e ho castagneto con 200 piante di marroni. Attività che integro con la vendita del fieno e della legna da ardere».
«L’obiettivo della nostra campagna a sostegno di questo allevatore», dichiara Luca Colantonio, della segreteria di Legambiente Abruzzo, «è di aiutarlo a realizzare i progetti che, nonostante le grandi difficoltà riscontrate nel post terremoto, sta cercando di portare avanti. Con questa iniziativa vogliamo continuare a costruire un contributo concreto alle famiglie e ai giovani di questi territori». (c.s.)