Discarica sotto il trabocco Parte la caccia agli incivili 

Ortona. Il Mucchiola, simbolo del turismo, deturpato dai rifiuti abbandonati L’assessore Canosa: multe in partenza, pronti a estendere la rete di fototrappole

ORTONA. L’ingresso di uno dei simboli turistici della costa abruzzese deturpato dall’inciviltà dell’uomo. Una cattiva condotta che perdipiù si ripete nonostante i controlli e i provvedimenti presi da chi è delegato a farlo. L’ennesimo atto da condannare arriva dalla zona del trabocco Mucchiola, dove è stata rinvenuta una discarica abusiva sviluppatasi proprio nei pressi del suo ingresso. Accanto al cartello che indica la località – una delle eccellenze dell’intera costa regionale –, cartoni, sacchi pieni di immondizia, materassi e contenitori vuoti di detersivi sono stati gettati senza alcuno scrupolo. Uno scempio per il quale non c’è giustificazione e che purtroppo si ripete a distanza di due soli mesi. Una situazione simile si era infatti registrata a novembre, quando si era provveduto alla bonifica di un’ulteriore discarica ed erano stati sanzionati ben nove trasgressori, identificati grazie a delle “tracce” lasciate tra i rifiuti abbandonati e verso i quali era scattata una pesante multa di 600 euro cadauno. Circa sessanta giorni dopo quei fatti ci risiamo, la storia si è ripetuta. Anche in questo caso alcuni degli autori degli abbandoni sono stati individuati: il loro comportamento lascia sgomenti mentre l’amministrazione comunale continua a studiare eventuali soluzioni che evitino il ripetersi di simili episodi.
«Abbiamo posizionato le fototrappole, a periodi, ma non è stato sufficiente», commenta l’assessore al decoro urbano, Cristiana Canosa. «Stiamo valutando di posizionare una telecamera fissa ma, come ripeto spesso, è utopia pensare di munire di telecamere 260 chilometri di strade comunali». E allora è necessario innanzitutto partire da un maggiore senso civico da parte di ognuno: «Civiltà e rispetto per Ortona sono le fondamenta su cui costruire una città degna di tutti noi», afferma Canosa, che poi ringrazia coloro che si prodigano per un territorio più decoroso, EcoLan e il consigliere comunale Claudio Piccinini a cui va una nota di merito perché «dedica le domeniche a combattere contro l’inciviltà».
La lotta agli abbandoni prosegue: ricordiamo che il Comune di Ortona monitora il territorio anche attraverso un agente di polizia municipale che si dedica esclusivamente a contrastare il fenomeno così come a vigilare sul corretto operato dei padroni degli animali in merito alle deiezioni canine. Si tratta di un agente in servizio in orari diversi dagli altri che gira lungo il territorio - anche in borghese e specialmente nei punti più sensibili - a caccia di quanti hanno comportamenti da ammonire.
©RIPRODUZIONE RISERVATA