Emiciclo, il giorno del Biondi-bis A Tinari la ricostruzione privata 

Stamani alle 10 il debutto del secondo mandato del centrodestra tra volti nuovi, sorprese e veterani Attesa per l’ufficializzazione delle deleghe. Opposizione, Di Benedetto lascerà il posto a Serpetti

L’AQUILA. Primo giorno di scuola nel bel mezzo delle ferie estive. Stamani alle 10, nella sala “Sandro Spagnoli” di Palazzo dell’Emiciclo (sede del consiglio regionale prestata per l’occasione alla municipalità aquilana) il sindaco Pierluigi Biondi ha convocato il primo Consiglio comunale del mandato 2022-2027. All’ordine del giorno la convalida degli eletti nella consultazione del 12 giugno scorso (sindaco, consiglieri comunali, consigliere straniero aggiunto) e l’elezione del presidente e dei due vicepresidenti del consiglio comunale. Successivamente il sindaco Biondi presterà il giuramento di osservare lealmente la Costituzione e, a seguire, fornirà al consiglio le comunicazioni in ordine alla composizione della giunta comunale. Infine, l’assise civica sarà chiamata a nominare la Commissione elettorale comunale.
il nodo delle deleghe
Per l’assegnazione delle deleghe ai suoi assessori, invece, l’attesa durerà ancora qualche giorno. Infatti, lo stesso sindaco Biondi si è riservato di proclamare la comunicazione dettagliata in una fase successiva rispetto alla seduta inaugurale. La giunta comunale è stata ufficializzata, ma restano da definire i compiti che avrà ciascun assessore. Secondo alcune indiscrezioni, al neo-assessore comunale Roberto Tinari potrebbe essere assegnata la delega alla ricostruzione privata, che non sarà ricompresa tra le incombenze del riconfermato assessore Vito Colonna, il quale avrà Opere pubbliche, patrimonio, manutenzioni ordinarie e straordinarie, Lavori pubblici ed espropri, Sport, promozione sportiva ed eventi sportivi e Impiantistica sportiva. Resta vicesindaco l’avvocato Raffaele Daniele, di Fratelli d’Italia, che dovrebbe riavere le deleghe al Commercio, Attività produttive, Suap e Fiere, Ricostruzione beni pubblici, Piano sviluppo Gran Sasso, Politiche economiche, finanziarie e di bilancio, Razionalizzazione della spesa e Politiche delle entrate. Il leghista Fabrizio Taranta è in procinto di proseguire il lavoro nei settori Territori, Ambiente, Rifiuti, Gestione e manutenzione del verde pubblico, Attività estrattive, Energia, Protezione civile, Usi civici, Sicurezza urbana, videosorveglianza, gestione e manutenzione cimiteri. All’altro leghista Francesco De Santis dovrebbero andare Politiche urbanistiche, Edilizia, Pianificazione, Ispettorato urbanistico, rapporti tra la giunta e il consiglio comunale. Manuela Tursini, assessore esterno in quota “L’Aquila futura”, riceverà in dote le deleghe del predecessore Bignotti: Politiche sociali, abitative, educative, per gli studenti universitari, scolastiche e per l’immigrazione, Assistenza alla popolazione, Asili nido e Partecipazione. Le altre tre assessore saranno Ersilia Lancia (Fdl), Laura Cucchiarella (Lega) e l’esterna Paola Giuliani, già dirigente e capo dipartimento del Comune. Presidente del consiglio comunale sarà Roberto Santangelo (L’Aquila futura), vicepresidente vicario del consiglio regionale.
I NUOVI CONSIGLIERI
Con l’ingresso in giunta di alcuni eletti il consiglio comunale è destinato a cambiare volto. Per Fratelli d’Italia, al posto dei tre assessori, entreranno Claudia Pagliariccio, Maura Castellani e Tiziana Del Beato. Per la Lega, invece, spazio a Daniela Bontempo, Gianluca Marinelli e Alessandro Maccarone, mentre, per Forza Italia, Gloria Nardecchia. Per l’opposizione, il candidato sindaco sconfitto Americo Di Benedetto si dimetterà da consigliere lasciando il posto a Elia Serpetti, mentre c’è attesa per la costituzione dei gruppi consiliari e il ruolo dell’altra candidata sconfitta, Stefania Pezzopane.
©RIPRODUZIONE RISERVATA