Altri 15 contagi, positivo alunno di 9 anni 

Colpito dal Covid uno dei 20 bimbi della primaria Bosco in quarantena da lunedì scorso. I compagni in classe dal 26 ottobre

PESCARA. Nel giorno in cui nel Pescarese si contano altri 15 contagi, è risultato positivo al tampone uno dei venti bambini della primaria Bosco in quarantena da lunedì scorso e invitato dalla Asl due giorni fa a eseguire il test insieme ai compagni di classe. L'alunno, di 9 anni, dovrà proseguire l'isolamento insieme ai genitori che, con ogni probabilità, dovranno sottoporsi al test orofaringeo nei prossimi giorni per verificare la possibilità di un eventuale contagio. E' il primo risultato emerso dallo screening effettuato dall'azienda sanitaria pescarese, giovedì scorso, sui bambini della scuola di via del Santuario posti in quarantena da circa una settimana dopo che si era appreso di una maestra risultata positiva al Covid, le cui condizioni di salute sono migliorate. L'insegnante, infatti, mantiene vivo il rapporto con la sua classe rimasta a casa attraverso le lezioni on line.
I bimbi in isolamento fanno lezione alle 11 e alle 18, per circa tre ore al giorno. Una prima tranche di bambini è risultata negativa al tampone. Ma i piccoli non potranno uscire di casa e dovranno concludere il periodo di isolamento stabilito in 15 giorni e non 10 (il taglio governativo della quarantena è successivo alla data del 12 ottobre). Gli alunni in isolamento potranno rientrare a scuola il prossimo lunedì 26 ottobre, come conferma la preside del comprensivo 9 Elisa Giansante: «La Asl sta monitorando la situazione dell'intera classe che si trova a casa. Finora i tamponi dicono che c'è un solo bambino risultato positivo, gli altri bambini potranno rientrare a scuola dopo il 26 ottobre». La dirigente scolastica sottolinea che «la scuola tutta è sicura, i bambini sono molto disciplinati, segno che sono stati ben educati dalle famiglie che ci offrono sostegno e piena collaborazione». Con i numeri dei contagi (oltre 10mila in Italia, dati di ieri) in rapida risalita, la preside Giansante invita al pensiero positivo: «E' un momento difficile per tutti, ci vuole pazienza, ma sono sicura che ne usciremo».