Via Battisti, resta l’isola pedonale  ma solo per 2 giorni a settimana 

Il Comune riduce i tempi di chiusura al traffico del tratto tra via De Amicis e via Quarto dei Mille I locali notturni potranno occupare la strada con i tavoli il venerdì e il sabato fino a mezzanotte

PESCARA. In via Battisti resta l’isola pedonale serale, ma solo per due giorni alla settimana. È questa la decisione di ieri della giunta comunale alla luce delle ultime disposizioni del governo per limitare il rischio dei contagi da Covid. Il provvedimento, presentato dal sindaco Carlo Masci e dall’assessore al commercio Alfredo Cremonese, rappresenta una sorta di compromesso tra le esigenze dei titolari dei locali della zona e le nuove misure restrittive contro il coronavirus.
Il tratto di via Battisti aperto durante il giorno al traffico e che si trasforma nelle ore serali in un’isola pedonale temporanea è sempre lo stesso, cioè quello che va da via De Amicis fino a via Quarto dei Mille. D’ora in poi, bar e ristoranti della zona potranno occuparlo con i tavolini all’aperto solo il venerdì e il sabato dalle 19 fino a mezzanotte, ossia fino all’orario di chiusura dei locali imposto dall’ultimo decreto della presidenza del Consiglio dei ministri. Il provvedimento è valido fino al prossimo 28 novembre, ma è chiaro che se il governo dovesse imporre nuove restrizioni, l’amministrazione comunale sarà costretta a rivedere tempi e orari di chiusura al traffico della strada.
Insomma, l’isola pedonale è stata fortemente ridimensionata rispetto ai mesi scorsi. Fino a qualche giorno fa la chiusura al traffico scattava il mercoledì, giovedì e la domenica dalle 19 a mezzanotte e mezza e il venerdì e il sabato dalle 19 all’1,30 del giorno successivo, nel rispetto degli orari di apertura dei locali fissati con un’ordinanza del sindaco, emanata la settimana scorsa e ormai superata dalle ultime disposizioni del governo. Nei giorni scorsi, tuttavia, i titolari dei locali che operano nella zona di via Battisti hanno chiesto al sindaco e all’assessore la proroga della chiusura al traffico per prevenire ed evitare rischi di assembramenti e gestire meglio così l’emergenza coronavirus. La loro richiesta prevedeva la chiusura alle auto del tratto di via Battisti, da giovedì alla domenica, dalle 19 all’1,30 del giorno seguente, fino al 3 gennaio 2021. Ma l’ultimo decreto del governo che ha regolamentato l’orario di chiusura di bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie, fissandolo a mezzanotte per le attività che prevedono servizio al tavolo anche all’aperto, ha di fatto reso impossibile per l’amministrazione prendere in considerazione le richieste dei commercianti.
©RIPRODUZIONE RISERVATA