Cancellotti non torna Teramo ora valuta il terzino Dorval 

Il difensore resta a Perugia, è in prova il francese ex Amiens Costa Ferreira punta la Viterbese: una vittoria per il rilancio

TERAMO . Il mercato del Teramo, al momento, è fermo. La società vuole provare a prendere un terzino destro che abbia una certa esperienza e possa essere utile al tecnico Massimo Paci per ovviare ai continui problemi fisici dello slovacco Lasik. Da escludere, salvo sorprese, la pista di un ritorno di Tommaso Cancellotti dal Perugia. Il 28enne giocatore umbro fu ceduto dopo la prima giornata di campionato per alleggerire il monte-ingaggi ed è proprio questo aspetto a fare tramontare l'idea di rivederlo in biancorosso a distanza di qualche mese. In prova, nel frattempo, c'è il baby francese Mehdi Dorval (classe 2001), ex terzino dell'Amiens. Dorval è però un'operazione da fare, eventualmente, in ottica futura e non per l'immediato, visto che adesso servirebbe un profilo già pronto e più esperto. Sul fronte delle entrate, in ogni caso, non sono in programma interventi negli altri reparti. In attacco, nonostante le difficoltà realizzative, il Teramo continuerà a dare fiducia a Pinzauti, Bunino e Gerbi.
Jolly Costa Ferreira. Il Teramo è tornato ad allenarsi ieri, dopo due giorni di riposo, per iniziare a preparare la trasferta di domenica (ore 17,30) sul campo della Viterbese. Il ruolo di terzino destro, in attesa di novità dal mercato, potrebbe essere ricoperto di nuovo dal 30enne portoghese Pedro Miguel Costa Ferreira. «Bisogna tornare a prestare la massima attenzione ai dettagli. Siamo calati un po' nella concentrazione», dice Costa Ferreira, «e forse ci manca di fare questo step per migliorare ancora. Se la vittoria non arriva da sette partite vuol dire che non siamo riusciti a fare bene qualcosa. Probabile che sia subentrata anche la paura di vincere. Le prestazioni, nel complesso, ci sono sempre state e la classifica dice che siamo ancora terzi. Sono fiducioso per il prosieguo del campionato. Servirebbe un episodio favorevole per fare scoccare di nuovo la scintilla e tornare a vincere. Speriamo che ciò avvenga già a Viterbo. Ci piacerebbe regalare una gioia ai nostri tifosi dopo un po' di tempo. Il mio ruolo? Da esterno basso mi trovo bene. In passato ho già ricoperto quel ruolo, sono a disposizione del mister e non ho problemi a giocare come terzino. Al futuro, in questo momento, non ci penso. Sono in scadenza di contratto e sono concentrato a fare bene per meritarmi la conferma. Questo deve essere un ulteriore stimolo per me. Un giorno mi piacerebbe fare l'allenatore (ride, ndc)».
Oggi, per i biancorossi, è in programma una doppia seduta di lavoro. Il match di domenica sarà arbitrato da Luigi Catanoso della sezione di Reggio Calabria.
Telenovela Piacentini. Potrebbe non essere ancora del tutto sfumata la possibilità di trovare un accordo con Matteo Piacentini. Il 21enne difensore vuole restare a Teramo e secondo indiscrezioni si starebbe lavorando proprio sulla volontà di Piacentini per superare gli ostacoli degli ultimi giorni e arrivare alla firma sul rinnovo di contratto (per un'altra stagione) in scadenza a giugno. La vicenda si è trasformata in un intrigo e perciò non è da escludere che nelle prossime ore si possa passare, a sorpresa, dalla fumata nera alla fumata bianca con il centrale difensivo di scuola Sassuolo. Gaetano Lombardino
©RIPRODUZIONE RISERVATA.