PESCARA

Addio a monsignor Giovanni Lizza

Per tanto tempo cappellano del carcere, aveva 85 anni. I funerali domani alle 11,30 nella Cattedrale di San Cetteo

PESCARA - È morto ieri pomeriggio, nell’Ospedale civile di Pescara, monsignor Giovanni Lizza, presidente del Capitolo Cattedrale dell’Arcidiocesi di Pescara-Penne.

Il sacerdote, ottantacinquenne, nato a Pianella nel 1936, era stato ordinato sacerdote nel 1963, per tanti anni cappellano del carcere di Pescara.

«Nei suoi cinquantanove anni di ministero don Gianni si è sempre dato da fare con zelo e dedizione – afferma monsignor Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne – e con un'attenzione particolare agli ultimi, alle situazioni spesso difficili, ma anche facendosi promotore, già negli anni ’70, di nuove forme di pastorale».

Monsignor Lizza, infatti, è stato per tanti anni cappellano in carcere e guida spirituale dei Rom in Italia e si era impegnato, in diocesi, dei primi progetti di pastorale per le famiglie. Vicecancelliere e responsabile dell’ufficio matrimoni, cappellano delle suore del Ravasco e della clinica Pierangeli i suoi ultimi incarichi, oltre «alla continua disponibilità a coadiuvare i parroci della città ogni volta che cercavano il suo aiuto per una sostituzione» – ricorda monsignor Valentinetti. Il funerale del sacerdote sarà celebrato lunedì 31 gennaio, alle 11.30, nella Cattedrale di Pescara.

Sport

Pescara, nulla da fare contro il Catanzaro: finisce 0-3

All'Adriatico-Cornacchia e davanti a circa 12 mila spettatori i biancazzurri cedono alla capolista e tornano terzi in classifica, Lescano sbaglia un rigore

Pineto vince e torna in vetta alla classifica

Bene anche Vastese e Chieti, sconfitta per Avezzano e Notaresco

Cavallucci si arrende a "Il macellaio", sfuma ai punti il titolo italiano nei welter

Il pugile di Chieti sconfitto da Pietro Rossetti dopo dieci riprese, ora deve decidere se continuare la carriera