Castello Orsini ha il tetto: stop a infiltrazioni d’acqua 

Completata la prima parte dell’intervento di riqualificazione della storica struttura Per i lavori spesi circa 100mila euro, ora in agenda la sistemazione degli impianti

AVEZZANO. È terminata la prima parte dell’intervento di riqualificazione del castello Orsini. Il progetto redatto dall’ufficio tecnico del Comune di Avezzano era mirato a eliminare le infiltrazioni di acqua dal tetto, a sostituire le parti deteriorate degli infissi metallici e ad efficientare l’impianto termico con l’obiettivo finale di ottenere un risparmio dei costi energetici e di migliorare la fruibilità dell’antico maniero. In prima battuta l’Ente ha affidato i lavori per il rifacimento dell’impianto elettrico e della copertura, compresa la sostituzione del policarbonato in plexiglass per eliminare le infiltrazioni di acqua, nonché dei giunti del pavimento per una spesa di poco inferiore ai 100mila euro: 56mila sono stati destinati al rifacimento del tetto e all’eliminazione delle infiltrazioni di acqua; 24mila sono stati impiegati per l’efficientamento dell’impianto elettrico e la parte restante per la sostituzione dei giunti del pavimento. Il cronoprogramma degli interventi ha ottenuto anche il nulla osta della Soprintendenza. Archiviata la prima parte degli interventi urgenti per eliminare le infiltrazioni, l’amministrazione comunale ha messo in agenda anche la sistemazione dell’impianto termico. L’investimento complessivo ammonta a circa 200mila euro. Gli interventi sono finalizzati a migliorare la fruibilità del castello Orsini dove ogni anno si svolgono decine di manifestazioni istituzionali, ricreative-culturali e sociali.
«In questo modo», spiega l’assessore ai Lavori pubblici Emilio Cipollone «è stato risolto il problema delle infiltrazioni e dell’isolamento del Castello, con relativi vantaggi da un punto di vista della spesa energetica. Un miglioramento, peraltro, a vantaggio di utilizzatori del castello Orsini, come le scuole e le associazioni culturali della città e della Marsica, oltre che dei cittadini che potranno godere delle tante iniziative ospitate in questa struttura, senza più subire le conseguenze del troppo caldo o del troppo freddo. La nuova copertura, infatti, è anche munita di canaline, scivoli e rivestimenti al fine di migliorare l’isolamento e l’efficienza energetica». (f.d.m.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .