Stop alle aule in affitto: la scuola sarà ampliata 

Via libera della giunta ai lavori per una struttura in legno collegata all’edificio Gli studenti ospiti in via Vitello d’Oro potranno traslocare entro la fine dell’anno 

MONTESILVANO. Spazi più ampi per i piccoli studenti della scuola elementare di viale Abruzzo. Dovrebbero concludersi prima delle festività di Natale i lavori di ampliamento dell’edificio che ospita gli alunni della primaria dell’Istituto comprensivo Direzione Didattica, promossi dall’amministrazione comunale per adeguare il plesso di Villa Canonico alle nuove normative anti Covid19.
Con una recente delibera di giunta, l’esecutivo del sindaco Ottavio De Martinis ha stanziato circa 22mila euro circa che vanno ad aggiungersi al finanziamento da poco meno di 30 mila euro previsto dal Ministero proprio per rendere più sicura la scuola di Montesilvano in questo periodo di emergenza sanitaria. «La cifra stanziata», spiega l’assessore al Bilancio Deborah Comardi, «è a completamento di lavori affidati lo scorso settembre alla ditta di Costruzioni Generali Clama sas di Montesilvano e finanziati all’interno dei Fondi strutturali europei – Programma operativo nazionale, interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria Covid-19».
In particolare, l’edificio che sorge all’angolo tra viale Abruzzo e via Lazio, verrà ampliato così da consentire ai bambini di una terza elementare di tornare nel plesso in questione. La classe, infatti, sta seguendo temporaneamente le lezioni in un’aula molto ampia del plesso di via Vitello d’oro, per poi tornare in viale Abruzzo non appena gli interventi saranno completati. Presumibilmente i piccoli studenti e i loro insegnanti potranno traslocare già prima della fine del 2020.
«Nel corso dell’estate», ricorda l’assessore Paolo Cilli, «dopo un lungo e proficuo dialogo con i dirigenti scolastici dei cinque istituti comprensivi di Montesilvano, abbiamo pianificato una serie di interventi per cercare di trovare delle soluzioni utili a garantire spazi adeguati per tutti gli studenti della nostra città. Attualmente molti dei lavori sono già stati conclusi, mentre sono in dirittura di arrivo, quelli relativi all’ampliamento della scuola di viale Abruzzo. Questo consentirà a un’aula che finora poteva accogliere appena 15 bambini, di ospitarne fino a 26 una volta che l'emergenza sarà terminata. Contemporaneamente siamo ancora a lavoro anche nella scuola media di via Olona, dell'istituto comprensivo Villa Verrocchio, dove abbiamo ripreso degli interventi fermi dal 2010. Per chiudere la lista degli interventi di riqualificazione e ampliamento delle scuole di Montesilvano, infine, è in corso il cantiere per il completamento del secondo piano della scuola di via Adda dove verranno trasferiti gli studenti che oggi seguono le lezioni in via Reno».
Nel caso di via Olona e di via Adda, si tratta di progetti già in programma da anni e non legati all'emergenza sanitaria, ma che diventano ancora più strategici in questo momento di carenza degli spazi a disposizione per distanziare i banchi.
Tornando in viale Abruzzo, l’aula in fase di realizzazione ha una struttura in legno lamellare collegata all’edificio esistente e, una volta completata, consentirà di ampliare il plesso nel rispetto di tutte le normative igienico-sanitarie, antisismiche e di fabbisogno energetico. L’edificio ampliato di Villa Canonico, tuttavia, non consentirà al Comune di fare a meno del locale in affitto in via Valle d’Aosta alla vigilia dell’avvio dell’anno scolastico per accogliere i bambini “in eccesso” della scuola elementare di via Lazio.
©RIPRODUZIONE RISERVATA