Marsilio in visita a tre Comuni 

Il governatore a Basciano, Castellalto e Canzano: «Qui c’è ancora da ricostruire»

TERAMO. «Le amministrazioni comunali stanno lavorando per rilanciare i propri territori e come Regione è nostro dovere essere vicino a questi tre Comuni, assecondare il processo di rilancio e aiutarli a trovare le misure giuste per far crescere loro, come tutti i territori delle aree interne e l’Abruzzo». Queste le parole del presidente della Regione Marco Marsilio in visita istituzionale lunedì nei comuni di Basciano, Castellalto e Canzano. Parole rivolte ai tre sindaci Alessandro Frattaroli, Aniceto Rocci e Maria Marsili, ma anche a tutte le aree interne del Teramano. Il governatore accompagnato dai primi cittadini ha visitato i centri storici dei borghi e le aree industriali. «Siamo nel cuore della provincia teramana che ha grandi potenzialità turistiche, ma anche un’importante presenza industriale, vitivinicola, agricola», ha proseguito, «una provincia capace di vincere la sfida allo spopolamento mantenendo alto il tenore di vita e la possibilità per i cittadini di continuare a vivere nei propri territori di origine».
Marsilio ha evidenziato le difficoltà vissute dai tre comuni e da tutto l’entroterra, ma con uno sguardo di ottimismo verso il futuro. «C’è ancora molto da fare e da ricostruire», ha aggiunto, «ci sono ancora le ferite del sisma ed è necessario completare la ricostruzione in un territorio colpito pesantemente anche da alluvioni, nevicata eccezionale del 2017, movimenti franosi e dissesto idrogeologico. La Regione in alcune situazioni è già intervenuta distribuendo risorse dello Stato». Un plauso, infine, alla voglia di non arrendersi. «Ho trovato sindaci e comunità locali molto motivati e anche con un’età media bassa», ha concluso, «una nuova generazione che vuole bene al territorio e sta lavorando per esso».(a.d.f.)