Variante al Prg, spazio ai quesiti dei residenti 

Entro gennaio sarà convocato il consiglio comunale su 20 osservazioni al Piano L’ufficio tecnico scrive a consiglieri e sindaco per conoscere eventuali proprietà 

GIULIANOVA. Il Comune accelera sull’esame delle osservazioni presentate dai cittadini alla variante al piano regolatore adottata nel 2019 e entro gennaio saranno portate in consiglio comunale. Nei giorni scorsi il dirigente dell’ufficio urbanistica Massimiliano Gramenzi ha inviato una nota a tutti i consiglieri comunali, al sindaco e al vice sindaco per verificare eventuali proprietà amministrative. «Al fine di poter predisporre gli atti e gli elaborati relativi alla trasparenza amministrativa», si legge nella nota, «ai sensi della legge regionale numero 18 del 1983 propedeutici alla controdeduzione alle osservazioni e alla conclusione dell’iter di cui alla variante al piano regolatore generale si chiede di voler comunicare all’ufficio urbanistica la consistenza delle proprietà immobiliari situate nel territorio comunale, quella del coniuge, nonché degli ascendenti e discendenti in linea diretta (genitori e figli), come risultano dai registri immobiliari ovvero da apposita dichiarazione sostitutiva, in cui sono riportati il foglio di mappa, la particella e l’eventuale subalterno».
Una sorta di censimento immobiliare, riguardante esclusivamente i destinatari della richiesta, al fine di evitare nel corso delle votazioni che si determino conflitti di interessi che renderebbero nullo il provvedimento. L’assessore Giampiero Di Candido, che ha collaborato esclusivamente sotto il profilo amministrativo ad istruire i vari punti che saranno discussi in consiglio, afferma: «Si tratta di un atto complesso dovuto che riguarda la risposta degli uffici preposti alle osservazioni alla variante presentate dai singoli cittadini interessati al problema. Saranno fornite delle repliche puntuali, negative o positive che siano, sulla scorta delle istruttorie condotte dai tecnici comunali tenuto conto delle linee guida dettate dal piano regolatore vigente». Complessivamente sono circa 20 le osservazioni presentate dai cittadini interessati che finalmente, dopo diversi mesi ed in periodo di rallentamento da Covid, otterranno delle risposte.
Nella stessa seduta di consiglio, che verrà convocata a breve e comunque dopo il dovuto passaggio in commissione, si procederà anche al riallineamento delle norme tecniche di attuazione del piano regolatore che dovranno essere rese conformi al regolamento edilizio tipo previsto dalla Regione Abruzzo che il Comune di Giulianova ha già recepito da tempo. Intanto, sembra giunta al traguardo la lottizzazione Lido delle Palme che potrebbe tornare in consiglio assieme alle osservazioni sulla variante. Intanto la Sup, la sezione urbanistica provinciale, ha approvato la lottizzazione Migliori-Cerulli con alcune prescrizioni. Una su tutte l’impiego della monetizzazione prevista, in luogo della realizzazione del palazzetto dello sport, esclusivamente per opere pubbliche.
©RIPRODUZIONE RISERVATA