ABRUZZO

Primo raduno degli alfisti: 63 auto d'epoca e la Giulia della polizia / FOTOGALLERY

Partenza da Pacentro, itinerario sull'altopiano delle Cinquemiglia, poi Villetta Barrea, Passo Godi, Scanno, Villalago e Anversa degli Abruzzi

PESCARA. Primo raduno del Club degli alfisti d'Abruzzo domenica (6 giugno) nell'Aquilano. Sono 63 le autovetture d'epoca che hanno partecipato all'iniziativa intitolata "Un cuore di emozioni".

Anche l'Alfa Romeo Giulia 1.3, auto d'epoca del 1973 dell’allora Corpo delle guardie di polizia di Stato, spesso impiegata in raduni nazionali, tra le auto partecipanti al primo raduno degli alfisti abruzzesi. L'autovettura fa parte del parco auto della Scuola per il controllo del territorio di Pescara. L'Alfa Giulia, guidata dall'assistente capo coordinatore Benedetto Leo e dall'assistente capo coordinatore Alfonso Chiarini, istruttori della Scuola controllo del territorio di Pescara, ha affascinato grandi e piccini. Gli operatori di Polizia hanno spiegato le difficoltà di allora al controllo dell'autovettura in un intervento di polizia, a differenza delle nuove autovetture tecnologicamente avanzate oggi in dotazione.

Questo l'itinerario percorso. La partenza, in carovana, da Pacentro, poi l'attraversamento dell'altopiano delle Cinquemiglia e dritti fino a Villetta Barrea, Passo Godi e Scanno. Dopo il pranzo, il pomeriggio è andato avanti con l'ultimo tratto del percorso: le Alfa hanno costeggiato il lago di Scanno, proseguendo per Villalago e Anversa degli Abruzzi. Infine il saluto in autostrada.