MONTE VELINO

Bonificata l'area della valanga, oggetti dei 4 escursionisti morti restituiti alle famiglie

Operazione a Valle Majelama del soccorso alpino e speleologico d'Abruzzo in collaborazione con i vigili del fuoco 

L'AQUILA. È terminata oggi, dopo 10 giorni di lavori, la bonifica dell’area di Valle Majelama sul Monte Velino, in Abruzzo, dove hanno perso la vita i quattro escursionisti travolti dalla valanga a gennaio. 

Il disgelo di Valle Majelama, teatro delle ricerche per circa un mese, ha restituito all’area una serie di oggetti personali delle vittime: bastoncini, pale picconi, centinaia di aste di metallo fino a 8 metri lunghe, utilizzate a gennaio e a febbraio dai soccorritori per le operazioni di ricerca. Alla bonifica della valle hanno partecipato le squadre di terra del soccorso alpino e speleologico d’Abruzzo in collaborazione con i vigili del fuoco, che a bordo dell’elicottero decollato dall’aeroporto di Pescara hanno portato in quota le squadre del soccorso alpino per ultimare i lavori di bonifica.

Nel corso delle operazioni sono stati rinvenuti alcuni oggetti personali dei quattro escursionisti uccisi dalla valanga, restituiti alle loro famiglie. A congratularsi con i soccorritori per l’intervento anche i sindaci di Massa d’Albe, Nazareno Iucci, e di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio.