Morti a distanza di 10 ore coniugi colpiti dal Covid 

Originari di San Demetrio, tornavano in estate o per le feste: avevano 80 e 90 anni Il messaggio della nipote: «Custodirò gelosamente il ricordo del vostro amore» 

SAN DEMETRIO NE’ VESTINI . Si sono spenti a dieci ore di distanza l’uno dall’altra. Lei, Maria Pia Giammatteo, 80 anni, è deceduta al Gemelli di Roma, lui Remo Antonelli, 90enne, all’ospedale di Anzio, dove erano ricoverati per Covid. Il filo sottile della vita li ha tenuti uniti, fino alla fine. E si è spezzato all’unisono, come avevano sempre desiderato.
I coniugi Antonelli, originari di San Giovanni, frazione di San Demetrio ne’ Vestini, erano molto conosciuti in paese, dove avevano ristrutturato la casa paterna, dopo il sisma del 2009.
La stessa frazione che aveva dato i natali a Bruno Di Persio, il ristoratore stroncato dal Covid domenica sera, all’età del 72 anni. Uno strano gioco del destino, in una comunità piccolissima che, in due giorni, ha vissuto un triplice lutto. «Il mio unico desiderio? Andare via insieme al mio Remo», diceva sempre Maria Pia Giammatteo. I coniugi Antonelli lasciano i figli Paolo e Roberto, le nuore e i nipoti Jacopo, Matilde e Silvia.
Legatissimi alla terra d’origine, trascorrevano in Abruzzo le vacanze di Natale e quelle estive. Un modo per staccare dai ritmi frenetici della città, ma anche per ritrovare gli affetti più cari e gli amici di una vita. Il lockdown e il coronavirus li avevano tenuti lontani, negli ultimi mesi, da San Giovanni dove, durante l’estate, partecipavano alla vita attiva della comunità vestina. Il fratello di Maria Pia, Fernando, scomparso qualche anno fa a causa di una malattia, era stato anche vice sindaco di San Demetrio.
Per Remo e Maria Pia, impegnati appieno nel ruolo di nonni, la permanenza in Abruzzo, dove portavano spesso i nipoti, era un ritorno alle origini. Il Covid li ha portati via all’improvviso, in poche ore, mentre idealmente, si tenevano ancora stretti in quel sogno d’amore ben rappresentato dalla foto postata su Facebook da una nipote, Federica.
«Non esistono gli addii. Ovunque voi siate, sarete sempre nel mio cuore. Non dimenticherò mai quanto avete fatto per papà, per me, Alessandro e mamma. Custodirò gelosamente il ricordo del vostro amore», scrive Federica, «del vostro affetto, della vostra presenza, per il resto della mia vita. Volate per sempre insieme, anime pure. Ciao miei adorati zii».
L’intera comunità si è stretta al dolore della famiglia. La data dei funerali non è ancora stata fissata. (m.p.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.