Sfida tra De Nicolis e Travaglini stasera i comizi finali in piazza 

Ultimi appelli, feste e incontri in centro: la campagna elettorale volge al termine e domenica si vota De Nicolis: «Governiamo per i giovani». Carugno (Psi) alla lista Avanti San Salvo: sostenete Fabio

SAN SALVO. Appelli, incontri nei quartieri, feste in piazza e comizi finali. È alle sue ultime battute la campagna elettorale in vista del ballottaggio di domenica prossima tra Emanuela De Nicolis (centrodestra) e Fabio Travaglini (centrosinistra allargato). L’agenda dei due candidati sindaci, i cui comizi sono in programma stasera in piazza Papa Giovanni XXIII, è ricca di appuntamenti.
DE NICOLIS«San Salvo ha bisogno di guardare al futuro con la certezza di avere alla sua guida una squadra non improvvisata ma consolidata, autorevole, compatta e volitiva», scrive la candidata sindaco del centrodestra in una lettera aperta ai cittadini, «non possiamo guardare indietro, dobbiamo guardare avanti al futuro con occhi lucenti di passione e volontà. Per questo con umiltà e forza vi chiedo di sostenermi, di dare corpo e sostanza ai nostri giovani, all’orgoglio delle donne e degli uomini della nostra città. È per le future generazioni che abbiamo il dovere di governare con serietà e lungimiranza. Faccio appello a tutti gli elettori, questo è il momento della responsabilità, mia e di ognuno di voi».
TRAVAGLINIIl candidato sindaco della coalizione di centrosinistra allargata continua il suo giro nei quartieri, accompagnato dalla sua squadra. Nell’incontro svolto in via Ripalta era affiancato dalle quattro donne che dovrebbero entrare in giunta in caso di vittoria al ballottaggio: Emanuela Tascone (Pd), Michela Torricella (Pd), Gabriella D’Angelo (Psi) e Marika Bolognese (Più San Salvo). Ognuna di loro è intervenuta per illustrare le proposte per rendere più vivibile il quartiere: potenziamento della sicurezza e della videosorveglianza, riqualificazione degli spazi verdi e creazione di nuovi bus navetta elettrici per collegare la periferia al centro.
L’APPELLO DEL PSIMassimo Carugno, della segreteria nazionale del partito, si rivolge ai socialisti della lista Avanti San Salvo (una delle tre compagini che hanno sostenuto Giovanni Mariotti) e lancia un appello all’unità. «A San Salvo, in caso di vittoria, che auspichiamo senza se e senza ma del candidato Travaglini, entrerà in giunta la compagna Gabriella D'Angelo, stimata in città, in tutta la regione ed anche nella ribalta nazionale del Psi, come una socialista ricca di entusiasmo, determinata, operosa e di grande intelligenza», dice Carugno, »ed entrerà in consiglio comunale il compagno Antonio Posata, che da responsabile di sezione ha rilanciato il Partito socialista. Insieme faranno il bene la città, ma anche per la immagine e il peso politico dei socialisti e del Psi. Il primo turno è finito, ha dato i suoi risultati, e ora confido che i compagni socialisti, che hanno appoggiato con il loro voto o la loro candidatura un altro candidato sindaco, sotterrino le diversità, dimentichino i contrasti e ritornino a guardare alla bandiera, alla storia e agli ideali di Turati, Matteotti, Nenni, Pertini e Craxi e votino per Travaglini e per i compagni socialisti. Perché in tal guisa un socialista si comporta e si è sempre comportato, per il bene collettivo. Mi aspetto uno scatto di orgoglio e di intelligenza politica e so che arriverà», conclude Carugno.
©RIPRODUZIONE RISERVATA