Le curiosità delle Classifiche del Sole 24 Ore 

Marsilio, Biondi, Di Primio e Masci: cresce il gradimento

PESCARA. Sale l’indice di gradimento del governatore Marco Marsilio, così come quello dei sindaci dell’Aquila e Chieti, rispettivamente Pierluigi Biondi e Umberto Di Primio. Lo rivela l’indagine del...

PESCARA. Sale l’indice di gradimento del governatore Marco Marsilio, così come quello dei sindaci dell’Aquila e Chieti, rispettivamente Pierluigi Biondi e Umberto Di Primio. Lo rivela l’indagine del Sole 24 Ore che ha pubblicato una graduatoria relativa ai presidenti di Regione e su 105 primi cittadini dei capoluoghi di provincia del Paese. La classifica è stata stilata in base al risultato 2020 in percentuale, voti ottenuti nel giorno dell’elezione e differenza.
Così nella griglia dei governatori regionali guidata dal presidente del Veneto, Luca Zaia, il presidente Marsilio si piazza in sesta posizione con un incremento dell’1,4% rispetto al dato del 48% risalente al momento della sua elezione nel 2019.
Passando all’analisi della classifica dei sindaci, spunta il diciannovesimo posto dell’amministratore dell’Aquila, Biondi, che risulta essere il primo tra i sindaci abruzzesi. Il consenso nei suoi confronti è cresciuto del +5,2%, passando dal 53,5% del 2017 al 58,7% attuale. Al trentesimo posto si piazza un altro sindaco abruzzese di centrodestra, Umberto Di Primio, ancora per poco alla guida di Chieti. Rispetto al 55% del 2015, il suo gradimento sale di +1,7% attestandosi al 56,7%. Al terzo posto tra i sindaci delle città capoluogo di provincia della nostra regione c’è Carlo Masci, alla guida di Pescara, anch’egli di centrodestra. Consenso che cresce pure per lui del +3,4% in confronto al 2019. Nella generale si trova in quarantaseiesima posizione con un dato percentuale del 54,7%
Con il sindaco di Teramo, invece, la tendenza si inverte. Dal suo sessantesimo posto della graduatoria, Gianguido D’Alberto, a capo di una amministrazione di centrosinistra, appare in leggero calo nel gradimento rispetto al 2018: per lui -0,3% e consenso che scende al 53%.
A voler dare uno sguardo più complessivo della classifica, si nota come in testa ci sia Antonio Decaro, sindaco di Bari, in crescita del +3,1% rispetto al 2019 e gradimento impennato al 69,4%. Fanalino di coda è invece Leoluca Orlando, primo cittadino di Palermo con un -8,2% rispetto al 2017.
I risultati di questo approfondimento del Sole 24 Ore sono stati commentati con soddisfazione dal coordinamento regionale di Fratelli d’Italia. «La ricerca relativa all’indice di gradimento di presidenti di Regione e primi cittadini premia la leadership di Fratelli d’Italia alla guida di coalizioni che si contraddistinguono per capacità amministrativa, serietà e concretezza», dicono dal partito. Dal coordinamento regionale sostengono che Marsilio, Biondi e Di Primio «sono stati gratificati per la competenza, l’esperienza e il carisma che esprimono, amplificati dalla capacità decisionale assunta nei drammatici mesi della pandemia da coronavirus. La crescita di consenso per gli esponenti di Fratelli d’Italia è un segnale positivo per il partito e l’intera squadra del centrodestra, e rappresenta uno stimolo a migliorarsi ulteriormente con il lavoro costante e attento a servizio dei cittadini». (a.s.)